FANDOM


The Legend of Zelda
Loz logo.png Lozbox.jpg
Sviluppo Nintendo R&D 4
Pubblicazione Nintendo
Data/e di Rilascio FDS/NES
21 febbraio 1986 (JAP)
29 luglio 1987 (USA)
27 novembre 1987(EUR)

GBA
14 febbraio 2004 (JAP)
7 giugno 2004 (USA)
9 luglio 2004 (EUR)
Wii Virtual Console
31 agosto 2011 (JAP)
31 agosto 2011 (USA)
1 settembre 2011 (EUR)
1 settembre 2011(AUS)

Età PEGI 3+ (GBA), 7+ (VC)
Piattaforma/e Famicon Disk System, Nintendo Entertainment System, Nintendo GameCube, Game Boy Advance, Wii, Nintendo 3DS, Wii U

The Legend of Zelda (titolo originale:THE HYRULE FANTASY ゼルダの伝説) è il primo gioco dell'omonima serie. La storia si incentra intorno a un ragazzo di nome Link, divenuto il protagonista principale della serie. È stato rilasciato inizialmente nel 1986 per Famicom in Giappone e, in seguito, in Europa e Nord America nel 1987. Nel corso degli anni è stato ripubblicato varie volte, per il Nintendo GameCube (in The Legend of Zelda: Collector's Edition), per il Game Boy Advance come gioco della serie NES Classics e per la Virtual Console di Wii, Nintendo 3DS e Wii U. La versione giapponese del gioco per Famicom è conosciuta come The Hyrule Fantasy: The Legend of Zelda.

StoriaModifica

Magical Sword Art.png
Tanto, tanto tempo fa, il Mondo viveva in un'era di Caos.

In mezzo a questo caos, in un piccolo regno nella terra di Hyrule, una leggenda si tramandava di generazione in generazione, la leggenda della Triforza, triangoli dorati con poteri magici. Un giorno, un esercito demoniaco attaccò questo pacifico piccolo regno e rubò la Triforza della Forza. Questo esercito era comandato da Ganon, il potente Principe dell'Oscurità, che sognava di far piombare il Mondo nell'oscurità sotto il proprio dominio.

Temendo la sua malvagità, Zelda, la principessa di questo regno, divise la Triforza della Saggezza in otto frammenti e li nascose per il regno in modo da salvare la rimanente Triforza dalle grinfie del malvagio Ganon. Contemporaneamente, comandò alla propria fidata nutrice, Impa, di fuggire segretamente per trovare un uomo abbastanza valoroso da sconfiggere il malvagio Ganon. Udendo questo, Ganon si adirò, imprigionò la principessa e inviò dei seguaci alla ricerca di Impa.

Attraversando foreste e montagne, Impa pregò per la propria vita. Raggiunto il limite delle proprie energie, si trovò preda degli scagnozzi di Ganon. Accerchiata! Cosa avrebbe potuto fare?... Ma aspetta! Non tutto era perduto! Un giovane apparve. Abilmente sconfisse gli scagnozzi di Ganon e salvò Impa da un fato peggiore della morte.

Il suo nome era Link. Durante i suoi viaggi, si imbatté in Impa e negli scagnozzi di Ganon. Impa raccontò a Link l'intera vicenda della principessa Zelda e del malvagio Ganon. Acceso da un senso di giustizia, Link promise di salvare Zelda, ma Ganon era un avversario temibile. Possedeva la Triforza della Forza. E così, per poter affrontare Ganon, Link dovette riunire gli otto frammenti della Triforza della Saggezza per ricostruire il magico triangolo. Se non ci fosse riuscito, non ci sarebbero state speranze per Link di poter entrare nel Monte Morte dove Ganon viveva.

Link può davver distruggere Ganon e salvare la Principessa Zelda?

Solo le tue abilità possono rispondere a questa domanda. Buona fortuna. Usa la Triforza saggiamente.

CronologiaModifica

Le vicende raccontate dal gioco si collocano nella linea temporale dell'Eroe sconfitto; ed avvengono qualche anno prima di Zelda II - The Adventure of Link e secoli dopo The legend of Zelda: A Link between worlds, durante l'Era del Declino.

Stile di giocoModifica

Il gioco è una fusione tra gioco di ruolo, azione, avventura, esplorazione e logica. I territori da esplorare sono di due tipo: l'overworld (ovvero il mondo esterno) consistente in una vasta area del Regno di Hyrule e i dungeon, ovvero i labirinti al cui interno Link trova strumenti, Portacuori e i pezzi di Triforza. La particolarità rispetto ai giochi successivi è che i dungeon si possono affrontare non in successione, ovvero sono tutti accessibili fin dall'inizio del gioco (ad eccezione del dungeon finale del Monte Morte).

Esplorazione dei dungeonModifica

Per proseguire nell'esplorazione, Link deve affrontare delle creature all'interno dei nove dungeon. Ciascun dungeon è un unico insieme di stanza collegate da porte e passaggi segreti protetto da mostri diversi da quelli che si incontrano nell'overworld. Link deve superare ciascun dungeon per ottenere uno degli otto frammenti della Triforza della Saggezza. I dungeon nascondono anche strumenti utili, come il boomerang con il quale si possono raccogliere strumenti e paralizzare i nemici. I primi sei dungeon hanno entrate visibili, ma gli ultimi tre sono nascoste. A eccezione del dungeon finale, nel quale non si può entrare finché la Triforza non è completa, l'ordine di completamento degli altri otto dungeon è arbitrario, ma alcuni dungeon possono essere raggiunti solo usando strumenti ottenuti in quelli precedenti.

Esplorazione del mondoModifica

NES Zelda screenshot.jpg
La non linearità, ovvero la possibilità di prendere diverse strade per completare il gioco, divide Zelda dai giochi a lui contemporanei. Link può esplorare il mondo liberamente, trovare e acquistare strumenti quando vuole. Questa flessibilità di movimento permette di giocare il gioco in modo unicoo; per esempio è possibile raggiungere il boss finale del gioco (ma non sconfiggerlo) senza prendere la spada. La direzione di Nintendo of America era inizialmente spaventata che i giocatori potessero essere frustrati da questo nuovo concept. Come risultato, la versione statunitense del manuale contiene alcuni segreti e consigli per i giocatori.

Seconda QuestModifica

Dopo aver completato il gioco, il giocatore ha accesso a un'avventura più difficile, ufficialmente chiamata Second Quest, nella quale i dungeon e i luoghi nei quali si trovano gli strumenti sono diversi, con nemici più forti. Inoltre, un'avventura più difficile del gioco è presente in altri gioco di Zelda. Inserendo "ZELDA" come nome del giocatore, l'avventura inizia immediatamente come Second Quest. La Seconda Quest può essere rigiocata ogni volta quando viene completata.

DungeonModifica

Prima QuestModifica

Seconda QuestModifica

Informazioni sul giocoModifica

Versione giapponeseModifica

The Legend of Zelda è stato pubblicato nel 1986 come titolo di lancio per il Famicom Disk System in Giappone. Oltre a un sistema di salvataggio più facile, il disco presenta un canale extra per il suono, oltre ai cinque iniziali della versione per Famicom. Questo ha generato una versione differente dei suoni di gioco se comparata con la versione a cartuccia del gioco. Questa differenza si nota maggiormente nella schermata del titolo.

Il Book of Magic è conosciuto anche come Bibbia nella versione giapponese del gioco. Il nome è stato cambiato perché violava le linee guida molto restrittive di Nintendo of America che vietavano ogni riferimento religioso nei loro sistemi. Interessante, inoltre, notare, che le croci sono rimaste. Notate che la leggenda delle tre Dee Dorate non è stata menzionata fino al 1991 in The Legend of Zelda: A Link to the Past.

La versione giapponese FDS includeva una confezione promozionale di ramen della Charumea e venne dato gratuitamente per un concorso. Non si sa quali differenze ci fossero in origine, l'unica copia disponibile è veramente costosa.

Grafica e AudioModifica

Essendo un gioco disegnato per essere contenuto in un floppy, la grafica del gioco non presenta molti elementi; agli sprite sono stati dati differenti colori a seconda della loro posizione nell'overworld. Per esempio, gli alberi possono essere marroncini, i muri nei dungeon sono blu, verdi, gialli o bianchi, e così via. Il gioco presenta tre temi di fondo: il tema dell'Overworld, il tema standard dei dungeon e il tema del dungeon finale. Il primo tema è diventato il tema principale della Saga ed è presente in altri titoli. Il tema del dungeon è utilizzato nella Cripta Reale in The Minish Cap e nel Color Dungeon in Link's Awakening DX. Il suo di quando Link ottiene un nuovo strumento o trova una nuova strada è spesso riutilizzato nella Saga di "Zelda". La versione giapponese FDS utilizza un chip aggiuntivo di modulazione di frequenza e la musica sembra più vera.

ImpostazioniModifica

In questo gioco è apparsa per la prima volta Hyrule, già divisa in numerosi luoghi come il Bosco Perduto, il Monte Morte, un lago, la foresta, un cimitero e la spiaggia. Link può esplorarli liberamente per trovare labirinti segreti nei quali è nascosta la Triforza. Non ci sono fonti ufficiali se le regioni senza nomi riappaiono nei giochi successivi con i nomi ufficiali. A differenza di molti overworld, nella Serie di "Zelda", questa incarnazione di Hyrule è interamente esplorabile dall'inizio, quindi Link può visitare ogni angolo di essa, in totale assenza di linearità. Va notato che il mondo della Second Quest rimane invariato, con l'unica differenza della posizione dei labirinti e dei premi speciali.

Collocazione temporaleModifica

Secondo la Cronologia di Zelda rivelata in Hyrule Historia, The Legend of Zelda si situa nell'Era del Declino nata dopo Ocarina of Time. Dopo che Ganon è stato sconfitto in A Link to the Past, dopo la Serie Oracle e A Link between Worlds nel quale Link e Zelda recuperano la Triforza da Yuga-Ganon, Hyrule entra nell'Era Dorata nella quale la Famiglia Reale di Hyrule usa la Triforza per governare. Dopo la morte del Re di Hyrule il Principe non poté usare il potere completo della Triforza e Hyrule cadde nell'Era del Declino. Il Principe dell'Oscurità, Ganon, risorse iniziando gli eventi di The Legend of Zelda, immediatamente seguiti da Zelda II: The Adventure of Link. Sia questo gioco che il suo sequel sono collegati, dato che il primo gioco si risolve intorno ai primi due frammenti della Triforza e Ganon è affrontato per salvare la Principessa Zelda; il secondo gioco è incentrato sul terzo frammento e per risvegliare un'antica Zelda e impedire a Ganon di risorgere.

TraduzioneModifica

LoZIntro.png
The Legend of Zelda è pieno di errori di traduzione, ad esempio "Triforce with power" anziché "Triforce of Power". Per le versioni GBA e Virtual Console, il messaggio è stato interamente riscritto.

Ganon è scritto "Gannon", e questa grafia è riproposta nei crediti finali della versione giapponese di A Link to the Past: GANNON'S TOWER. L'Anziano, famoso per i suoi vaghi messaggi, una delle sue celebri frasi è: DODONGO DISLIKES SMOKES, indica che i Dodongo sono deboli alle bombe. Un'altra frase è DIGDOGGER HATES CERTAIN KINDS OF SOUND. La lista degli strumenti è titolata "all of treasures". L'"of" è stato rimosso nei rilasci successivi. Quando Link paga l'Anziana dietro alla cascata, lei dice di andare UP, UP, UP, THE MOUNTAIN TOP" successivamente corretto in UP, THE MOUNTAIN AHEAD in riferimento alla via verso il Lizard.

CreditiModifica

Nei Crediti di The Legend of Zelda, tutti i nomi sono indicati come pseudonimi. Il disegnatore Takashi Tazuka è accreditato come Ten Ten, il compositore Koji Kondo come Konchan, il programmatore I. Marui come Marumaru. A quei tempi, i soprannomi erano usati comunemente tra gli sviluppatori di giochi per creare un senso più amichevole tra i dipendenti. Il produttore e direttore Shigeru Miyamoto è chiamato S. Miyahon, un errore di trascrizzione del suo nome - 本 può essere sia "moto" sia "hon". Questo è considerato un errore di traduzione.


CategorieModifica

PersonaggiModifica

BossModifica

StrumentiModifica

SpritesModifica

Gli strumenti come appaiono nel gioco.

ArrowSpriteLoZ.png
Frecce
SilverArrow.png
Frecce d'Argento
BombsLoZ.png
Bombe
BoomerangLoZ.png
Boomerang
MagicalBoomerangLoZ.png
Boomerang Magico
BowLoZ.png
Arco
BlueCandle-Z1.png
Candela Blu
RedCandle-Z1.png
Candela Rossa
ClockSprite.png
Orologio Magico
CompassSpriteLoZ.png
Bussola
Fairy2.png
Fata
Bait.png
Cibo
HeartContainerLoZ.png
Portacuore
KeyLoZ.png
Piccola Chiave
MagicalKey.png
Chiave Magica
Ladder.png
Scala
LetterLoZ.png
Lettera
MagicalShield.png
Scudo Magico
MagicBook.png
Libro di Magia
MagicRed.png
Scettro Magico
MapLoZ.png
Mappa
PowerBraceletLoZ.png
Bracciale della Forza
RaftLoZ.png
Zattera
RecorderLoZ.png
Flauto
RecoveryHeart.png
Cuore
BlueRingLoZ.png
Anello Blu
RedRingLoZ.png
Anello Rosso
BlueRupee.png
Rupia Blu
OrangeRupee.png
Rupia Verde
WoodenSwordLoZ.png
Spada di Legno
WhiteSwordLoZ.png
Spada Bianca
MagicalSwordLoZ.png
Spada Magica
PotionBlueLoZ.png
Pozione Scaldacuore +
PotionRedLoZ.png
Pozione Scaldacuore Super+

Artwork ufficialiModifica

Queste immagini sono tratte dal manuale d'istruzioni di The Legend of Zelda.

GalleriaModifica

IllustrazioniModifica

ConfezioniModifica

Cartucce e loghiModifica

CreditiModifica

Pianificazione e gestione
Position Member
Produttore Esecutivo H. Yamauchi (Hiroshi Yamauchi)
Produttore S. Miyahon (Shigeru Miyamoto)
Direttore S. Miyahon (Shigeru Miyamoto)
Ten Ten (Takashi Tezuka)
Design
Position Member
Progettista Ten Ten (Takashi Tezuka)
Compositore Konchan (Koji Kondo)
Programmazione
Position Membro
Programmatori T. Nakazoo (Toshihiko Nagano)
Yachan (Yasunari Soejima)

Marumaru (Tatsu Nishiyam)

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale