FANDOM


The Legend of Zelda: Twilight Princess
Twilightlogo.png
Sviluppo Nintendo EAD
Pubblicazione Nintendo
Data/e di Rilascio Wii
19 novembre 2006 (USA)
2 dicembre 2006 (JAP)
7 dicembre 2006 (AUS)
8 dicembre 2006 (EUR)

GameCube
12 dicembre 2006 (USA)
2 dicembre 2006 (JAP)
14 dicembre 2006 (AUS)
15 dicembre 2006 (EUR)

Età PEGI 12+
Piattaforma/e Wii, GameCube

The Legend of Zelda: Twilight Princess (ゼルダの伝説 トワイライトプリンセス, Zeruda no Densetsu Towairaito Purinsesu in lingua originale) è un videogioco della serie The Legend of Zelda rilasciato per GameCube e Wii dalla Nintendo. La sua uscita, inizialmente fissata per novembre 2005, fu posticipata al fine di permettere ai programmatori di migliorare la qualità del titolo. La versione per Nintendo Wii fu messa in commercio durante il lancio della console il 19 novembre 2006 in Nord America, il 2 dicembre in Giappone, il 7 dicembre in Australia e l'8 dicembre in Europa, rendendo così Twilight Princess il primo gioco della serie ad essere un titolo di lancio di una console Nintendo; la versione per GameCube fu pubblicata invece il 2 dicembre 2006 in Giappone, il 12 dicembre in Nord America e Australia e il 15 dicembre in Europa.

Nella versione per Wii l'intero gioco è speculare rispetto alla versione per Gamecube, affinché Link appaia destrorso, anziché mancino come da tradizione nella saga. Tale scelta è dovuta al fatto che la maggior parte delle persone è anch'essa destrorsa, perciò tali giocatori, tenendo il Telecomando Wii con la mano destra, si sarebbero immedesimati meno in un protagonista mancino. L'unico altro gioco in cui questo accade è l'altro titolo per Wii, Skyward Sword, sempre per lo stesso motivo.


Trama Modifica

La storia inizia con Link, un giovane ragazzo del Villaggio Tauro, che riceve l'incarico dal capovillaggio e da un suo caro amico di partire per un lungo viaggio in direzione del Castello di Hyrule per portare in dono alla famiglia reale di Hyrule una spada forgiata per l'occasione. Due giorni prima della partenza di Link un gruppo di scimmie continua a spaventare e derubare il suo villaggio e,4 proprio il giorno della partenza, Link affronta con una spada di legno alcune creature che sembrano essersi insidiate inspiegabilmente nella Foresta di Firone e che hanno intrappolato uno degli amici di Link, Furio, ed una scimmia che aiuterà Link successivamente. Dopo molte peripezie, arriva il giorno della partenza, ma Iria, amica di Link e figlia del capovillaggio, nota che Epona, la cavalla del giovane, è ferita ad una zampa, sgrida Link per averle fatto passare troppi pericoli e decide di portarla alla Sorgente di Ratane per prendersene cura impedendo così a Link di partire per il castello. Link, la cui preoccupazione è ora di non essere perdonato da Iria per l'accaduto, raggiunge la sorgente attraverso un cunicolo nascosto e quando sta per scusarsi con la ragazza, arrivano dei mostri in groppa a dei cinghiali che stordiscono Link e rapiscono Iria e Colin, un bambino del villaggio. Link, ripresosi dal colpo che gli è stato inflitto, comincia a camminare e si ritrova dinanzi ad una portale nel quale viene trascinato e che lo conduce nel Regno del Crepuscolo; ma un Hylia non può vi può permanere nella sua forma naturale, così grazie a un misterioso potere si trasforma in un lupo con gli occhi azzurri. Link, stordito, si risveglia in una prigione e si rende conto della trasformazione.

Dopo tutto ciò, incontra Midna, una maliziosa creatura abitante del Crepuscolo che decide di aiutare Link per farlo tornare normale. Insieme escono dalla pringione, nella quale Link ha potuto affinare le sue nuove abilità, e giunti alla torre più alta del Castello di Hyrule incontrano la Principessa Zelda, che è stata maledetta da Zant, il Re del Crepuscolo, che ha conquistato Hyrule col suo esercito e gettato il regno in un'era di oscurità. Per poter sconfiggere Zant, Link e Midna recuperano i Cristalli Oscuri che racchiudono al loro interno un potere immenso, relegato però nei santuari dai Quattro Spiriti Divini (Ratane, Farore, Oldin, Ranel). Ma quando riescono a raggruppare tutti i pezzi del cristallo, il Re del Crepuscolo li attacca, riesce ad impossessarsene e trasforma di nuovo Link in lupo con un cristallo magico. Inoltre espone direttamente Midna al mondo della luce, portandola in fin di vita. A quel punto, per tornare alle sue sembianze umane e per salvare Midna dalla morte, Link cerca la Spada Suprema, l'arma che anticamente sconfisse il male e riportò la pace, come suggerito da Zelda.

Linkganonduel.jpg

Link e Ganondorf durante il duello finale

Per salvare Midna, Zelda si fonde con essa diventando un'unica entità. Dopo aver preso la spada, Midna constata che la scheggia oscura che costringeva Link nella forma di lupo potrà essere tolta e rimessa a piacimento per fagli cambiare forma in fretta, dopodiché consiglia il giovane di cercare lo Specchio Oscuro, un artefatto magico che venne usato anticamente dai Sette Saggi come portale per rinchiudere il Re del Male, Ganondorf, nel Crepuscolo. Prima di essere rinchiuso nel Crepuscolo, Ganondorf riuscì a liberarsi dalla prigionia dei Saggi e ucciderne uno. Dopo che uno di loro fu annientato da Ganondorf venne constatato che solo la Spada Suprema poteva distruggerlo. Lo specchio venne diviso in quattro parti da Zant e venne scaraventato in quattro zone di Hyrule. Dopo aver ricomposto lo Specchio, Link e Midna giungono al palazzo del Crepuscolo, dimora di Zant e, dopo averlo sconfitto, tornano al castello e affrontano Ganondorf che ha rapito Zelda e che vuole dominare il mondo. Ganondorf inizialmente prende il possesso del corpo di Zelda e la usa come un manichino per sfidare Link. Dopo aver fallito questo tentativo, Ganondorf diventa Ganon, la sua forma bestiale. Link lo affronta trasformato in lupo con l'aiuto di Midna. Dopo essere stato battuto nuovamente, Ganondorf torna alla sua forma incorporea che aveva assunto nel Regno del Crepuscolo e affronta Midna che si trasforma in una creatura enorme a sua volta. Link fugge dal castello nel frattempo, ma poco dopo vede Ganondorf in groppa al suo cavallo nero con l'elmetto di Midna in mano. Determinati a sconfiggerlo, Link e Zelda salgono su Epona e mentre Link cavalca, Zelda usa le Frecce di Luce per stordire Ganondorf che viene successivamente colpito dalla Spada Suprema di Link. Sceso da cavallo, Ganondorf affronta Link in un duello con le spade, ma l'eroe riesce a trafiggerlo con la lama sacra. Dopo la morte di Ganondorf, Link e Zelda trovano Midna nella sua forma originale, la Principessa del Crepuscolo. Dopo aver salutato i due, Midna torna nel suo regno e infrange lo Specchio Oscuro, così che nessuno possa più entrarci.


Dungeon Modifica


BossModifica

Mini-BossModifica

BossModifica


RemakeModifica

Il 12 novembre 2015 la Nintendo ha aperto il suo Nintendo Direct annunciando l'uscita di un remake in HD di Twilight Princess per Wii U: eszo riprenderà la versione GameCube, quindi con Link mancino, e supporterà gli amiibo di Link, Link Cartone, Zelda, Sheik e Ganondorf (serie di Super Smash Bros. per Wii U), più quello inedito di Link Lupo, che verrà anche venduto insieme al gioco in edizione limitata. Il gioco si chiamerà Twilight Princess HD e uscirà il 4 marzo 2016.


CuriositàModifica

  • Twilight Princess è l'unico videogioco di Zelda ad essere stato rilasciato su due console diverse e ad essere stato il titolo di lancio di una console.
  • Twilight Princess è stato il primo gioco della serie ad essere classificato come Teen dall'ESRB, poiché contenente scene di violenza fantasy.
  • Nella versione per Wii anche l'antica lingua Hylia è speculare come tutto il mondo di gioco: per tradurla occorre prima ribaltare le lettere orizzontalmente.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale