FANDOM


Ghiraim
250px-Ghirahim Artwork.png
Titolo Patriarca dei Maghi
Razza Spirito di Spada, Demone
Prima apparizione Skyward Sword
Tema Musicale Ghiraim

Ghiraim (Ghirahim in inglese) è il Patriarca dei Maghi della Terra. Appare in The Legend of Zelda: Skyward Sword come antagonista principale: è un'autorità sulla terra al di sotto di Oltrenuvola e si autodefinisce Sua Eccellenza. Il suo scopo principale è di rapire Zelda per motivi che all'inizio sono sconosciuti. Se all'inizio Ghiraim non considera Link come una minaccia, col tempo cresce dentro di lui la rabbia nel capire che il giovane eroe può ostacolare i propri piani.

PersonalitàModifica

Ghiraim è deciso, apparentemente calmo, molto sicuro di sé. La sua gestualità è esagerata e teatrale e parla in maniera eloquente e prolissa. Ghiraim è anche presuntuoso e vanitoso quando si tratta di ostentare il proprio aspetto, che egli considera come "stupefacente", "squisito" e "puro". Nonostante questo, egli non insulta mai gli altri, chiamandoli con dei nomignoli beffardi. Tuttavia, quando le cose non vanno nel modo che egli progetta, Ghiraim perde la sua compostezza e diventa furioso e violento, cercando di scagliare la propria rabbia su qualcuno con minacce di "torture indicibili". In realtà, Ghiraim dimostra di essere uno spietato, incontrollabile pazzo che ha solamente fame di battaglia e di massacrare i propri nemici. Questo viene mostrato più volte nel corso del gioco; all'inizio sostiene di riuscire a battere Link soltanto con due dita, poi promette di assordargli le orecchie con il suono stridulo delle proprie urla ed infine che batterà Link con un sol colpo. Nonostante tutte le sue minacce inquietanti e spietate, Ghiraim non ha mai la meglio su Link, e per questo diventa incredibilmente frustrato, oltraggiato ed aggressivo, a causa della sua sconfitta dovuta ad un semplice umano.


StoriaModifica

Ghiraim si rivelaModifica

Dopo che Link vince il Battesimo del volo, Ghiraim manda un tornado nero vicino a Oltrenuvola per poter catturare Zelda. Tuttavia, i suoi piani falliscono perché la ragazza riesce in qualche modo a fuggire. Ghiraim e Link, cercando entrambi Zelda, si incontrano dapprima nel Santuario del Cielo in cui il giovane eroe trova il demone che tenta di aprire la porta per la fonte. Irritato dal corso degli eventi, Ghiraim sfoga la sua irritazione nei combattimenti contro Link; ma nonostante le minacce, Link sconfigge Ghiraim, sorpreso dell'abilità del giovane, che però gli ricorda che la Spada della Dea è l'unico motivo per cui è riuscito a sopravvivere. Zelda intanto se n'è andata e Ghiraim prima di andarsene minaccia Link di ucciderlo se si fossero rincontrati.

Continua la ricercaModifica

Ghiraim insegue sempre Zelda, arrivando quasi a catturarla in varie occasioni; ella viene catturata anche dai Boblin, ma si scopre che è stata salvata da Impa, una Sheika incaricata di proteggerla, prima dell'arrivo di Ghiraim. Dopo essersi sfogato su Link per la situazione, il Patriarca dei Maghi evoca Occhio di Fuoco e se ne va. In seguito, Ghiraim arriva al Santuario del Tempo nel Deserto di Ranel, interrompendo l'incontro tra Link e Zelda. Creando una barriera per separare i due, insegue la ragazza, ma viene bloccato da una seconda barriera protettiva creata da Impa. Ghiraim, tuttavia, riesce a romperla, ma anche Link fa lo stesso con quella del demone e lo attacca. Questo permette a Impa e Zelda di fuggire attraverso la Porta del Tempo, che viene immediatamente distrutta per impedire a Ghiraim di seguirle. Nell'Antico Sacrario, Ghiraim attende Link per sfogare la propria frustrazione. Prima di andarsene, dona vita a una statua, Malgare, grazie all'energia oscura, per farle attaccare Link. Più tardi, Ghiraim appare a Link nel Santuario del Fuoco. Il demone mostra la propria gioia nell'aver scoperto dell'esistenza di una seconda Porta del Tempo e, anche se aveva promesso di punire Link, decide di risparmiargli la vita, così che possa trovarla per lui. Al rifiuto di Link, Ghiraim s'arrabbia mostrando la sua seconda forma e l'attacca. Tuttavia, Link esce vittorioso, irritando ed umiliando Ghiraim. Prima di andar via, quest'ultmo ricorda a Link di essere ancora una nullità e che lo trascinerà in un'eternità di tormento.

La resurrezione di MortipherModifica

Link viene a sapere che Ghiraim è in realtà al servizio di Mortipher, il Signore dei Demoni che tanto tempo prima aveva combattuto contro la dea Hylia costringendola a relegare la popolazione terrestre nel Cielo; il demone ora è diventato quel mostro gigantesco che è stato sigillato nella Terra dell'Esilio e che si è già scontrato con Link: Il Recluso. Per mantenere intatto il sigillo, Zelda, che altri non è che l'incarnazione della Dea, si autoinduce un sonno eterno dentro una crisalide, che potrà essere interrotto solo a cessato pericolo. Consigliato come sempre dall'Anziana del Santuario dell'Esilio, Link riesce a recuperare la Triforza dopo una lunga serie di peripezie; Ghiraim non riesce a raggiungere Zelda prima che Link riesca ad eliminare Mortipher nel loro tempo, il presente, grazie al Potere Universale, facendo crollare la Statua della Dea sul suo sigillo. Tuttavia, la sicurezza della distruzione di Mortipher permette a Zelda di risvegliarsi dal suo sonno: in quel momento appare Ghiraim che la rapisce portandola nel passato, dove Mortipher è ancora sigillato ma vivo; lì compie il suo rituale e lo riporta in vita. Link arriva per interromperlo, ma Ghiraim gli manda contro un'orda di Boblin e barriere magiche per rallentarlo. Ghiraim mostra la sua forma finale di Spada di Mortipher e affronta Link, ma durante la lotta il rituale prosegue e Zelda viene consumata da Mortipher, che appare in forma di demone umanoide, riprendendo tra le mani la propria spada. Ghiraim ride istericamente portandosi nella sua vera forma: una spada nelle mani di Mortipher. Quando Mortipher viene sconfitto da Link, la spada-Ghiraim scompare e Mortipher muore ripristinando l'anima di Zelda. Questo significa che il futuro destino di Ghiraim è sconosciuto.

CuriositàModifica

  • Nelle prime due forme, l'orecchio destro è a punta mentre il sinistro è tondeggiante.
  • Nella sua prima forma, Ghiraim si rivolge a se stesso con il plurale - anche se con questo potrebbe riferirsi all'intera armata demoniaca.
  • Nonostante la Spada Suprema non possa essere toccata dagli esseri malvagi, Ghiraim è in grado di afferrarla nei primi due duelli; ciò è probabilmente dovuto al fatto che la spada è incompleta.
  • Ghiraim somiglia a Vaati nella sua forma umanoide. Nintendo ha risposto che ciò è solamente una coincidenza.
  • Ghiraim è la controparte di Faih: entrambi sono forme umane di spade. La forma-spada di Ghiraim è simile ad una versione oscura e più grossa della Spada Suprema. Inoltre sono opposti anche come comportamento: Faih è generalmente considerata calcolatrice e priva di emozioni, mentre Ghiraim è molto aperto, teatrale ed esagerato.
  • All'inizio del rituale per far risorgere Mortipher, si può sentire Ghiraim canticchiare il proprio tema musicale; anche Midna in Twilight Princess fa lo stesso.
  • Prima che fosse rivelato il suo vero nome, alcuni fan lo chiamavano "Debbie".
  • La parte inferiore del mantello di Ghiraim somiglia alla Gilded Sword che appare in Majora's Mask.
  • Alcuni fan pensano che Ghiraim provenga da Lorule, il mondo parallelo ad Hyrule apparso in The Legend of Zelda: A Link Between Worlds.

GalleriaModifica

VideoModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale